Piazzola conferimento rifiuti

Lettera del Sindaco

Data di pubblicazione:
03 Marzo 2022
Piazzola conferimento rifiuti

 

Come ben sapete non mi sono mai sottratto al confronto con i cittadini anche sui social. So benissimo che il tema caldo di questi giorni è la chiusura del Centro di raccolta rifiuti.

Sappiate che sopra tutto ci sono le leggi, le normative ed i regolamenti , che alcuni cercano di non rispettare o quantomeno aggirare, cosa che ovviamente un Sindaco non può fare. 

Due certezze, prima di proseguire

Una raccolta firme non può magicamente mettere a norma una piazzola di conferimento rifiuti che pertanto sarà certamente chiusa entro la fine dell’anno.

Se si decidesse di metterla a norma, spesa circa € 160.000, chiusura comunque di 6 mesi e conferimento rifiuti a Cernobbio, i costi sono alti ed i tempi lunghi perché l’impermeabilizzazione (non è l’unica cosa da fare) consiste nello sgomberare tutto, scavare in profondità e fare captazione delle acque su tutta l’area della piazzola.

Altra certezza è che se dovessimo riaprirla non potrà più essere affidata in gestione al Lambienteinvita in quanto non iscritta, come previsto all’Albo dei Gestori Ambientali perchè come onlus ed Associazione del terzo settore non può iscriversi e, sempre a termini di legge, potrebbe al massimo organizzare quattro giornate ecologiche all’anno . Quindi giusto o meno che sia, nelle piazzole Ecologiche, i volontari non ci possono più stare. Volontari che comunque possono continuare ad operare sull’ambiente aiutando magari gli anziani a conferire rifiuti ingombranti o dedicandosi in altre aree coperte al riciclo ed al riuso. 

Pertanto se dovessimo riaprire a Maslianico ci troveremmo con due piazzole a distanza di 500mt gestite dalla stessa Società che vincerà la gara di appalto. Ha senso da un punto di vista economico ed amministrativo tutto ciò?  I costi di gestione per Maslianico, dopo aver speso 160.000 euro di messa a norma, ammonteranno all’anno a circa 90.000 euro,  per personale, noleggio cassoni, smaltimento e trasporti la stessa cosa a Cernobbio ci costerebbe circa 40.000 euro perché i citati costi verrebbero suddivisi fra 6 Comuni, in base al numero degli abitanti,  essendo il Centro di raccolta  gestito in modo associato da               Maslianico,Cernobbio,Moltrasio,Laglio,Carate,Brienno e le proiezioni fatte ci assicurano che sia in grado di ospitare tutti gli utenti dei paesi in convenzione.

Come ho già avuto modo di dire i costi di gestione sono ripianati nella tassa rifiuti.

Qualcuno ha parlato dell’acquedotto, il Comune di Maslianico, come tutti i comuni della Lombardia ha dovuto, per legge, conferire i propri impianti ad un ente gestore che per la Provincia di Como è Como Acqua.                           

Infine c’era chi chiedeva notizie sul Consiglio Comunale il prossimo sarà probabilmente verso fine mese, basta guardare ogni tanto le bacheche comunali od il sito ufficiale del Comune.

Tutto questo dimostra anche quanto i cittadini siano lontani e non informati delle scelte Amministrative, a breve pubblicherò un riassunto dei Lavori Pubblici, quelli che sono stati fatti nell’ultimo anno, quelli in corso e quelli già programmati ed altre decisioni prese o da prendere sul tema prevenzione e cura del territorio in funzione degli eventi alluvionali dello scorso Luglio.  Cordiali saluti

                                                                                                                                                        Il Sindaco

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 01 Giugno 2022