Pubblicità e pubbliche affissioni

Data:
09 Marzo 2020

Campo di applicazione

Sotto la denominazione di pubblicità è compresa qualsiasi diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazioni visive o acustiche diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, effettuate nell'ambito del territorio comunale, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o comunque da tali luoghi visibili o percepibili.
E' vietato, in tutto il territorio del Comune, il lancio di materiale pubblicitario di carattere commerciale da veicoli o aeromobili.
E' altresì vietata la pubblicità fonica in forma ambulante in tutto il territorio cittadino, fatto salva quella effettuata in occasione di consultazioni elettorali o referendum.
Per la pubblicità a carattere annuale (scritte su tende, targhe, insegne, vetrofanie, ecc.) deve essere presentata apposita dichiarazione all'ufficio Tecnico che controllati i contenuti della domanda e la completezza della documentazione allegata, rilascia l’autorizzazione all’interessato e una copia all’ufficio Tributi per il successivo inoltro alla ditta concessionaria per il pagamento dell'imposta comunale sulla pubblicità.Qualora l'impianto pubblicitario dovesse essere collocato su suolo pubblico, gli interessati dovranno provvedere, nel medesimo tempo, alla denuncia e al versamento del canone di occupazione spazi ed aree pubbliche (COSAP).

L'esposizione di locandine pubblicitarie in locali pubblici o aperti al pubblico è autorizzata mediante timbratura delle stesse e il versamento dei diritti di affissione; qualora la pubblicità, realizzata all’interno di locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi, si riferisca all’attività negli stessi esercitata è esente dal pagamento dell’imposta.

Il servizio delle pubbliche affissioni è possibile unicamente sugli impianti destinati a questo scopo dall'Amministrazione Comunale e deve avvenire obbligatoriamente attraverso la ditta concessionaria del servizio.
L’ affissione riguarda manifesti di qualsiasi materiale costituiti contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o comunque prive di rilevanza economica ovvero di messaggi diffusi nell’esercizio di attività economiche.

L'Imposta sulla Pubblicità è calcolata sulla base delle tariffe vigenti in relazione alla superficie pubblicitaria.

La pubblicità effettuata per la diffusione di messaggi pubblicitari a mezzo di targhe, insegne, cartelli o striscioni è consentita quando non arreca danno al decoro o alla sicurezza stradale ed è preventivamente autorizzata dall'Ufficio Tecnico.

L'autorizzazione, non è richiesta per la semplice esposizione di locandine nelle vetrine degli esercizi commerciali in genere, purché sia corrisposta la relativa imposta sulla pubblicità, quando dovuta, e sulle stesse sia apposto l'apposito timbro Gli interessati devono rivolgersi alla ditta concessionaria del servizio che ha un proprio rappresentante sul territorio.

La richiesta deve indicare:
- generalità o la ragione sociale del richiedente, il codice fiscale o partita IVA, indirizzo e recapiti telefonici
- disegno o fotografia della targa, insegna, cartello o striscione
- indicazione del testo del messaggio pubblicitario e dei colori
- dimensioni della targa, insegna, cartello o striscione
- indicazione se illuminata o non illuminata;
- la durata dell'esposizione (temporanea o permanate)
- fotografie del luogo o dell'edificio ove verrà collocato l'impianto pubblicitario

Nel caso di pubblicità effettuata mediante striscioni posti su proprietà privata, ma visibile da luoghi aperti al pubblico va inviata comunque la richiesta al Comune e si applicano le tariffe per la pubblicità ordinaria.

Sull'autorizzazione sono poi indicati le modalità per il pagamento dell'imposta pubblicitaria

Modalità e tempi

30 giorni

Oneri per autorizzazione
Marca da bollo €. 16.00 per domanda
Marca da bollo €. 16.00 per rilascio autorizzazione
Diritti di segreteria €. 6,00

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non sopraggiungono elementi che modifichino l’ammontare dell’imposta dovuta.


Come si fa

Almeno 20 giorni prima della data prefissata per l'affissione, occorre contattare la ditta concessionaria del servizio presentando una richiesta indicando oltre alle proprie generalità, il numero, il formato, l'oggetto, il periodo e il piano di distribuzione dei manifesti.

Modalità di erogazione del servizio

Accolta la richiesta, la ditta concessionaria quantifica l'onere del diritto di affissione e rilascia il bollettino di C/C postale intestato al concessionario, con il quale l'interessato dovrà provvedere al versamento. Lo stesso interessato provvederà poi a portare i manifesti, almeno 14 giorni prima dell'uscita pianificata, presso il Comune.

Ditta concessionaria

ICA SRL - VIA BAGAINI 18 - VARESE Tel. 0332/830624.1 Fax. 0332/835466 numero verde 800.076.302 e-mail: icavarese@icatributi.it che ha un proprio rappresentante sul territorio MUSSANO Fabio Massimo – Via XX Settembre 38 - 22026 Maslianico Tel. e fax 031/512555 cell. 340.8789076 – 333.3094438


Settore Finanziario
Ufficio Tributi

Responsabile

Responsabile Cattoni Rag .Maria Pia
tel 031/511374 int. 6
fax 031/510484 email ragioneria@comune.maslianico.co.it
Riceve solo su appuntamento

Dove
via xx settembre 43 -
tel 031/511374 fax 031/510484

Quando

l'ufficio Tributi  è aperto al pubblico: il:

mercoledì: 08.45 -14.00 14.30 - 17.45

venerdì: 10.30 - 12.30

Sabato riceve su appuntamento

email tributi@comune.maslianico.co.it